Rhodia pad

Rhodia pad.
Come potrei vivere senza?
E’ la dependance del mio cervello, l’espansione che mi permette di non impazzire.
O forse sono già pazzo, e il blocchetto Rhodia ne è l’inconfutabile testimonianza.
Blocco nuovo, blocco vecchio. Dopo mesi e mesi diventa così.
Ma come si fa a vivere senza un Rhodia n.11? Legatura essenziale, carta Clairefontaine (la migliore del mondo, su questo non si discute) e vedo che in queste nuove versioni c’è anche il marchio PEFC per lo sviluppo forestale sostenibile.
Metteteci insieme un lapis Palomino.
Ecco: la vita vi sorride.

2 thoughts on “Rhodia pad

  1. in effetti è un casino.
    gli ultimi li ho comprati a tokyo…
    altrimenti se passo o qualcuno passa dalla francia è più semplice. comunque, almeno i n.11, un tempo ce l'aveva a catalogo Manutan a una sciocchezza.

Rispondi