slow motion

Ultimamente sono stato troppo impegnato con svariate cose per cui ho concentrato la mia comunicazione sul blog dell’Insetto Scoppiettante, visto che il viaggio in Sardegna mi ha dato molti argomenti di cui parlare. Inoltre, un’avvisaglia del tempo mi fa pensare di dover mettere a punto il mio mezzo e prepararmi per la brutta stagione.
Nonostante cio’, questo fine settimana ho lasciato la Vespa a casa per darle respiro e mi sono avventurato sulle Alpi Apuane per un giro di due giorni in tenda, mangiando un mucchio di maiale e carne arrostita, bevendo tanto vino e diverse vareta’ di liquiri e grappe fatti in casa e camminando tra il Passo Croce, Puntato e Mosceta.
Finalmente ho potuto testare il fornellino ad alcool fatto con le lattine che non ero riuscito a finire di costruire in tempo per il nostro giro in Sardegna ed ho potuto constatare con piacere che in poco piu’ di cinque minuti ha scaldato cinque tazze d’acqua per il nostro caffe’ mattutino con appena tre cucchiai di alcool denaturato. Anche il supporto per la pentola che ho costruito non e’ male, un progettino personale, fatto con appena una gruccia di metallo da lavanderia e tre sezioni di tubetto d’alluminio che ho tagliato, piegato e lucidato sul treno! Tiene la pentola a circa un centimetro e mezzo sopra al fornello e fa la sua funzione impeccabilmente per poi essere smontato e messo via in dieci secondi (dopo che si e’ raffreddato!).
Ora devo costruirne qualche altra, magari sperimentandone tipologie differenti e testandone l’efficienza.

Lately I’ve been too busy with many things and I focused my communication on the Arkansas Chuggabug’s weblog, as having gone to Sardinia granted a lot of material to talk about. Then, a weather minor change starts warning that I should take care of my new vehicle and prepare it for the bad season.
Though, this weekend I left the Vespa at home to rest and I ventured upon Alpi Apuane for a two day backpacking trip, eating a lot of pork and roasted meat, drinking a lot of wine and several homemade spirits and walking between Passo Croce, Puntato and Mosceta.
I could finally test the Pepsi Can Stove I couldn’t finish in time for our Sardinian trip and gladly witnessed it heating to boil five cups of water for our morning coffee in little more than five minutes and burning around three tablespoons of denaturated alcohol. The stand I built to hold the pot was fine too, my own design, made with just one wire coathanger and three short sections of aluminium tubing I cut, bent and polished while on the train! It holds a pot half an inch over the stove and does excellently the job before being disassembled and put aside in ten seconds (after cooling!).
Now I’m gonna make another couple of stoves, maybe experimenting with different designs and testing their efficiency.

Rispondi